Ambito Amministrativo del Comune di Crognaleto
Ultime dal Comune
...carico le news...

Pagare le Tasse

[Gli approfondimenti portano a link esterni]

Per ottenere informazioni fiscali ci si può rivolgere all'Agenzia delle entrate che fornisce assistenza attraverso molteplici servizi teleamtici e telefonici.
 

Call-Center

Il Call center è un servizio telefonico che fornisce al contribuente chiarimenti su cartelle, avvisi bonari o altre comunicazioni inviate dall'Agenzia delle Entrate. Per i casi più semplici il Call Center può procedere direttamente all'annulamento dello stesso avviso.
 

Servizio automatico


Il Servizio automatico d'informazioni fornisce risposte ai differenti quesiti del contribuente. Il servizio dà una risposta immediata alle domande più diffuse ed in particolare: richieste del codice pin personale (per utilizzare i servizi online dell'Agenzia), rimborsi Irpef, informazioni relative alle dichiarazioni dei redditi, verifica delle partite Iva, richieste d'invio di modelli, guide e formulari.
 

Prenotazione telefonica


Il Centro di prenotazione telefonica è un servizio che consente di prenotare un appuntamento con un funzionario dell'Agenzia presso alcuni Uffici locali. Il servizio è attivo 24 ore su 24 e permette di evitare inutili attese al contribuente. Il servizio permette di poter sceglier l'appuntamento tra tre diversi orari in giorni diversi affinché l'utente possa trovare quello più adatto ai propri impegni.
 

Centri di assistenza fiscale


Per il versamento delle tasse e la relativa compilazione dei modelli fiscali (730, Unico), la maggior parte dei lavoratori dipendenti e assimilati si rivolge ai CAF, i centri di assistenza fiscale. Questi centri sono in grado di fornire un'assistenza professionale, mirata a risolvere tutti i problemi legati al settore fiscale. In questi centri operano soggetti legalmente abilitati alla professione di avvocato, consulente del lavoro, commercialista, regolarmente iscritti ai rispettivi albi professionali.
 

Servizi telematici

 

Presentazione dichiarazione dei redditi
 

Modello Unico


Le persone fisiche sono tenute a presentare il modello Unico nei seguenti periodi:
· Dal 2 maggio al 31 luglio in banca o in posta, se la compilazione avviene su carta. Questa modalità è riservata ai soggetti che non sono titolari di partita Iva.
· Entro il 31 ottobre se si usa il canale telematico. Sia per chi è obbligato per legge alla trasmissione telematica, sia chi decide di avvalersi di Internet per propria comodità.
Per le società di persone i termini sono gli stessi delle persone fisiche: 31 luglio su carta, 31 ottobre via Internet.
 

Modello 730


I lavoratori dipendenti, i collaboratori continuativi e i pensionati che utilizzano il modello 730 hanno tempo fino al 30 aprile per presentare la dichiarazione al datore di lavoro e all'ente pensionistico. Chi si rivolge ad un Caf o Caaf, può consegnare il modello entro il 15 giugno. Non è prevista invece la presentazione telematica.
 

Modello 770


La dichiarazione delle ritenute operate in qualità di sostituto d'imposta è divisa in due:
· il 770 semplificato da presentare entro il 30 giugno, contenente le ritenute effettuate a dipendenti e collaboratori continuativi, lavoratori autonomi, collaboratori occasionali. Questo modello non puo' confluire con Unico, ma deve essere presentato in forma separata.
· il 770 ordinario da presentare entro il 31 ottobre per le altre ritenute come quella sui dividendi distribuiti alle società. In questo caso è possibile confluire con Unico.
Per il 770 la presentazione telematica è obbligatoria.
 

Rimborsi fiscali
 

L'Amministrazione Finanziaria ha reso disponibile il nuovo servizio online di richiesta di accredito sul proprio conto corrente bancario o postale dei rimborsi di persone fisiche riconosciuti a seguito della liquidazione della dichiarazione dei redditi.
Questo servizio consente alle persone fisiche di comunicare, attraverso il sito Internet del Ministero delle Finanze, alla sezione Servizi, le coordinate bancarie del conto corrente di cui sono titolari, autorizzando l'Amministrazione ad effettuare su questo conto l'accredito dei rimborsi spettanti.
Per effettuare la richiesta il contribuente deve assicurarsi di essere in possesso delle coordinate bancarie del conto corrente di cui è titolare nel formato corretto (codice ABI , codice CAB, numero di conto corrente, codice CIN). Oltre all'inserimento della richiesta sarà possibile effettuarne l'annullamento o comunicare successive variazioni degli estremi del proprio conto corrente.
La comunicazione consente ai contribuenti di avere in tempi più brevi
l'erogazione dei rimborsi.

Chi può effettuare la richiesta

Possono effettuare tale richiesta le persone fisiche (titolari di un conto corrente bancario) che hanno già ottenuto l'abilitazione utilizzando il PINCODE di cui sono titolari.
I soggetti non ancora abilitati a tale servizio, devono presentare domanda via Internet per ottenere il PINCODE.
 

Riccometro - Determinazione ISEE
 

L' ISEE, detto anche "Riccometro", è l' Indicatore della Situazione Economica Equivalente e rappresenta l'indice della condizione economica e patrimoniale dei nuclei familiari al fine di stabilire:
· il diritto di accesso alle prestazioni e servizi sociali o assistenziali erogati dalle amministrazioni pubbliche non destinati alla generalità dei soggetti
· la misura delle prestazioni o il costo dei servizi.

A chi si rivolge

L'ISEE non è obbligatorio ma è rivolto a coloro i quali desiderano accedere a prestazioni agevolate (sociali, assistenziali e di pubblica utilità) e che per caratteristiche di composizione del nucleo familiare e condizioni di reddito, possono averne la gratuità o la riduzione.

Come si calcola

Il calcolo dell'ISEE viene effettuato utilizzando la Dichiarazione sostitutiva unica" .
La dichiarazione, compilata e firmata, ha validità di un anno e costituisce autocertificazione; di conseguenza ogni cittadino è personalmente responsabile di ciò che dichiara.
Sulla base della dichiarazione, attraverso una procedura informatica dell'INPS, i CAF e gli Enti abilitati rilasciano l'attestazione ISEE.

Documenti da presentare

La situazione economica del nucleo familiare è determinata sommando il reddito dei componenti della famiglia (da lavoro dipendente o di pensione, da lavoro autonomo, d'impresa, professionale, ecc.) al patrimonio immobiliare (terreni agricoli, aree edificabili, e fabbricati) e mobiliare (BOT, CCT, depositi bancari e postali, ecc.).

Duplicato Codice Fiscale
 

Presso gli Uffici periferici dell'Agenzia delle Entrate del Ministero dell'Economia e delle Finanze sono a disposizione i moduli per richiedere, senza nessuna formalità, il duplicato del tesserino plastificato(che verrà poi spedito a casa entro trenta giorni circa, tramite posta).
Le richieste per ottenere il codice, variazioni e duplicati possono essere presentate presso qualsiasi Ufficio Distrettuale delle Imposte Dirette.
Il duplicato del tesserino può essere richiesto anche presso gli Uffici finanziari e in alcuni Uffici postali, centri commerciali e aeroporti, ecc.

È possibile richiedere il duplicato del codice fiscale sul
Sito Internet dell'Agenzia delle Entrate
 

Consulenza Fiscale
 

La consulenza fiscale ai cittadini che intendono autocompilare la dichiarazione dei redditi è svolta dai Centri di assistenza fiscale.
Ne esistono di due tipi:
· Caaf, Centro autorizzato di assistenza fiscale
· Caf, Centro di assistenza fiscale
Entrambi hanno iniziato ad operare dal 1° gennaio del 1993, anno in cui il Ministero delle Finanze stabilì la facoltà per i possessori da reddito dipendente e assimilati di farsi assistere nella presentazione della dichiarazione dei redditi, o da un sostituto d'imposta o da un Caf.
Possono prestare assistenza fiscale solo coloro che ne facciano espressa richiesta al Ministero delle Finanze e vengano iscritti nell'Albo dei centri di assistenza fiscale.
Due quindi sono le categorie di soggetti che si occupano di assistenza fiscale.
I Caaf sono strutture sindacali dei lavoratori dipendenti e pensionati e strutture territoriali da esse delegate, oppure associazioni sindacali di categoria fra imprenditori, presenti nel Consiglio nazionale dell'economia e del lavoro, istituite da almeno dieci anni.
I Caf sono invece formati da soggetti legalmente abilitati alla professione di avvocato, consulente del lavoro, dottore commercialista, ragioniere e perito commerciale, regolarmente iscritti ai rispettivi albi professionali. Per legge devono costituirsi nella forma di società di capitali, designare un proprio responsabile ed avere come oggetto sociale lo svolgimento delle attività di assistenza fiscale.
 
A chi rivolgersi:
 
Agenzia per le Entrate
Caaf/Patronati