Ultime dal Comune
...carico le news...

San Giorgio

è un piccolo paesino adagiato su un crinale montuoso ad una altitudine di 1150 metri.
Su una strada comoda e panoramica, con appena 30 km si raggiunge Teramo attraverso la s.s. 80. La strada provinciale di S. Giorgio è la strada più comoda e breve per arrivare da Teramo, via Montorio, a Piano Roseto nel cuore dei Monti della Laga. 
Punto panoramico privilegiato, luogo incantevole circondato come è dalla catena del Gran Sasso e dai Monti della Laga con vista panoramica sul mare Adriatico.
Lo sviluppo del paese ha seguito le linee della montagna, di conseguenza S. Giorgio si sviluppa su tre livelli: nel punto più alto domina la Chiesa la cui fondazione è antecedente al XVII secolo, con la sua imponente e maestosa facciata e con le sue campane istoriate; la campana centrale, sicuramente la più grande di tutto il comprensorio montano, i cui rintocchi possenti e solenni riescono a raggiungere anche luoghi molto lontani, ha una sua storia tutta particolare legata al Santo Patrono S. Giorgio.
Nelle vicinanze del paese si possono ammirare i maestosi ruderi del castello di Rocca Roseto, un tempo avamposto fortificato e luogo inaccessibile e pressoché inespugnabile. Sullo splendido pianoro di Rocca Roseto,
 la Pro-Loco di S. Giorgio organizza la Fiera della Pastorizia. La manifestazione si svolge nella prima settimana di luglio e coinvolge tutto il mondo pastorale della provincia: unico attore della manifestazione è il pastore con il suo mondo, le sue problematiche, il suo passato, il presente e il futuro. Mostra mercato delle greggi, del cane pastore abruzzese e dei prodotti derivati dalla pastorizia e dall'artigianato locale, convegno su un tema specifico del settore e rievocazione storica legata al mondo pastorale e al castello medievale.
La Festa dell'Anziano è l'altro evento qualificante che la pro loco organizza nella prima decade di agosto. La manifestazione è molto sentita e partecipata e richiama circa 500 anziani di tutto il comprensorio. Si tratta di un'incontro vissuto intensamente dai contenuti culturali e sociali elevatissimi.
Gli anziani vengono gratuitamente ospitati a S. Giorgio per una giornata intera: la sfilata, ognuno con le proprie insegne del paese di provenienza, la Santa Messa con la preghiera dell'anziano, il pranzo a base di prodotti rigorosamente locali e cucinati con ricette tramandate di generazione in generazione da persone del posto, i canti, le musiche, il ballo del "salterello" al suono del "du botte", le premiazioni delle persone più anziane, sono tutti momenti particolari, suggestivi e toccanti di una manifestazione unica nel suo genere che raccoglie sempre più consensi ed attestati.